• Menu
  • Menu
ou-manger-rome-meilleurs-restaurants

Dove mangiare a Roma? I nostri 12 ristoranti preferiti

Non sapete dove mangiare a Roma e cercate i migliori ristoranti della capitale? Seguire la guida.

Dall’altra parte del Tevere, dal Colosseo, dal Vaticano e dalla Fontana di Trevi, il quartiere medievale di Roma Trastevere è un labirinto di strade acciottolate dall’atmosfera bohémien. Le trattorie del quartiere servono una cucina raffinata da generazioni e gli abitanti e i viaggiatori amano venire qui a mangiare.

Scoprite la nostra selezione dei migliori ristoranti di Roma nel quartiere Trastevere.

Dove mangiare una specialità locale a Roma?

Da Enzo

Con le bottiglie di vino allineate alle pareti e le tovaglie a quadri sui tavoli, l’arredamento del Da Enzo bistrot sembra quello di un ristorante italiano uscito direttamente da un film. I classici piatti romani sono stati perfezionati nel corso degli anni, quindi non potete sbagliare ordinando la carbonara e finendo con il cremoso tiramisù.

Ma è la loro specialità chiamata “carciofi alla romana” (carciofo intero brasato) a rubare la scena. Invece di essere sbollentati in un liquido oleoso, i carciofi vengono cotti e serviti con un’emulsione di olio e menta per ottenere una piacevole freschezza in bocca.

Sito e percorso: maggiori informazioni

La tavernaccia da Bruno

La Tavernaccia da Bruno è uno dei migliori ristoranti di Roma che celebra la cucina regionale.

Il signor Bruno, il primo proprietario, ha aperto il suo ristorante più di 50 anni fa.

Oggi sono le sue due figlie a gestirlo, rimanendo fedeli ai classici romani: si possono gustare pappardelle al cinghiale, maialino da latte e agnello arrostito lentamente nel forno a legna.

Gli ingredienti sono di provenienza locale – troverete formaggi laziali nelle salse – e il menu si basa su antiche ricette romane e laziali.

Sito e percorso: maggiori informazioni

Giggetto al Portico d’Ottavia

Questa antica osteria, fondata nel 1923, è diventata famosa per il suo vino Frascati e per i suoi piatti speciali preparati con cura, uno dei quali è sulla bocca di tutti: i carciofi alla juive.

Questo carciofo fritto è una specialità del ghetto romano. La cantina di Giggetto è di grande importanza storica e archeologica, soprattutto perché vi si trovano reperti di epoca romana.

Sito e percorso: maggiori informazioni

Rifiuti di banane

Aperto di recente, Banana Trash è piccolo ma molto accogliente. La cucina rivela l’identità del proprietario: metà giapponese e metà brasiliana. La fusione di queste due culture culinarie produce sapori sorprendenti e unici, tra cui i deliziosi temaki e nanorolls. Anche se le ricette sono esotiche, gli ingredienti provengono per lo più dall’Italia.

Il menu offre anche una varietà di piatti vegetariani, ottimi frullati e succhi preparati al momento.

Posizione e indicazioni: maggiori informazioni

Grazie e Graziella

Un solido background di tradizione e creatività è la chiave del successo di questo ristorante. “Sorriso” è il motto di Grazia y Graziella, il cui nome deriva da Grazia, il nome della nonna della proprietaria (a cui si deve la maggior parte delle ricette tradizionali di questo ristorante di Roma) e da Graziella, la tradizionale bicicletta italiana.

Questo ristorante in stile vintage rende omaggio agli anni ’60 e ’70, con piatti deliziosi e un’accoglienza calorosa.

Posizione e indicazioni: maggiori informazioni

Dove mangiare le migliori pizze di Roma

Pizzeria Ai Marmi

Nessun elenco di ristoranti a Roma è completo senza una pizzeria, e Ai Marmi è probabilmente la migliore pizzeria del quartiere Trastevere. L’interno è deliziosamente kitsch e il forno a legna sforna pizze sottili e croccanti da oltre mezzo secolo.

Ogni sera vengono preparate centinaia di pizze, condite con i classici come le foglie di rucola e le fette di prosciutto crudo; per i più avventurosi, c’è la salsiccia e i fiori di zucca. Una pura delizia!

Sito e percorso: maggiori informazioni

Convivium

Sapevate che gli antichi Romani hanno inventato la pizza? La loro versione originale era la “pinsa”, una pietanza molto simile alla pizza ma con ingredienti più leggeri per formare l’impasto (una miscela di farina di grano, soia e riso).

Questo piatto è la portata principale di Convivium, una pinseria di recente apertura a Trastevere. In questo piccolo locale accogliente, mangiare la pinsa è come fare un viaggio nel tempo e concedersi un pasto sano, naturale, ipocalorico e gustoso.

Sito e indicazioni: maggiori informazioni

Dove mangiare la migliore pasta di Roma

Le Mani in pasta

C’è un motivo per cui Le Mani in Pasta è sempre affollato (assicuratevi di prenotare in anticipo): è l’esperienza dell’osteria romana per eccellenza. Le sue specialità sono a base di pesce, con aragoste intere servite con pasta al dente e carpaccio di branzino condito con delicate scaglie di tartufo.

Non si può negare che il cibo sia gustoso, ma il servizio può sembrare un po’ approssimativo. Non pensate nemmeno di chiedere del formaggio sui frutti di mare. I camerieri non si tirano indietro e vi faranno sapere se fate un passo falso culinario. Sanno quello che fanno e, se li lasciate fare, potreste avere il vostro miglior pasto a Roma.

Sito e indicazioni: maggiori informazioni

Antica Trattoria de Carlone

Se volete mangiare gli spaghetti alla carbonara nel miglior ristorante di pasta di Roma, potete sicuramente scegliere l’Antica Trattoria da Carlone.

Nascosta in una piccola strada di Trastevere, questa vivace trattoria a conduzione familiare serve da decenni la famosa pasta all’uovo e pancetta.

Appena ci si siede, il cameriere di solito dice “un bicchiere d’acqua, un bicchiere di vino e una carbonara, naturalmente”. Tanto sono apprezzate le carbonare di questo ristorante di Roma.

Aspettatevi un grande piatto di pasta fresca in una salsa cremosa condita con lardoni croccanti e condita con parmigiano. Naturalmente, ci sono altri classici romani nel menu, ma la carbonara è il re qui.

Sito e indicazioni: maggiori informazioni

Antica Pesa

Da quasi un secolo, questo ristorante a conduzione familiare serve classici romani in un ex granaio di proprietà del Vaticano.

La prima cosa che noterete nel labirinto di cantine a volta è la cantina dei vini, praticamente stracolma di bottiglie locali.

Scegliete di cenare in un’atmosfera accogliente e tra splendidi murales all’interno o all’esterno nel giardino ricco di piante.

Il cibo è in linea con l’arredamento e si può gustare un’ottima pasta fatta in casa condita con pecorino e ingredienti accuratamente selezionati.

La carta dei vini è grande come un romanzo, ma il personale vi aiuterà a scegliere l’abbinamento perfetto.

Posizione e indicazioni: maggiori informazioni

Nannarella

Nannarella è un’istituzione a Roma, ogni sera il ristorante è pieno di gente del posto. Per essere un locale così frequentato, il servizio è veloce e cordiale. Servono tutti i piatti che ci si aspetta da un ristorante della capitale italiana: carbonara cremosa con un tocco di pepe nero; penne e pesto condite con pomodori freschi e maturi, enormi fette di pizza grondanti di formaggio. Il tutto innaffiato da vino locale.

Sito e indicazioni: maggiori informazioni

Il miglior ristorante gourmet di Roma

Hostaria di vetro

Elegante e sofisticato, il Glass Hostaria, premiato con una stella Michelin, è un vero gioiello.

I mattoni a vista e i mobili creano un’atmosfera industriale all’interno, mentre il cibo è moderno quanto l’arredamento.

Sono disponibili piatti alla carta o un menu degustazione di sei portate, ognuno dei quali affonda le sue radici nella tradizione italiana, pur incorporando sapori da tutto il mondo.

La specialità è un piatto di ravioli ripieni di parmigiano-reggiano stagionato cinque anni e asparagi, accompagnati da coregone di ispirazione sud-asiatica con un sapore terroso di tamarindo e cipollotti bruciati.

Sito e indicazioni: maggiori informazioni

Promo Booking 👉 15% Off minimum sur votre séjour sur Booking.com

X